marchio del Dipartimento Dipartimento di Sociologia e Comunicazione - www.discuniroma1.it UniversitÓ di Roma La Sapienza

Home
Presentazione
La storia
Organi di governo
Certificato Iso 9001
Accreditato presso la Regione Lazio

News
Dal dipartimento
Post Lauream
Persone
Docenti
Personale tecnico - amministrativo


Strutture
Biblioteca
CISC
LADISC
Laboratorio multimediale


Servizi web
Biblioteca virtuale
Archivio audiovisivo


Contatti
Uffici
Servizi
Biblioteca La visione


L'istituzione del Master è un elemento strategico per rinnovare ed arricchire l'offerta dell'Università italiana. Nel ripensamento complessivo del ruolo sociale e culturale delle istituzioni formative, il Master (e, come si vedrà, in particolare il Master Universitario) rappresenta un momento qualificante di alta formazione, nonché uno strategico punto di contatto con il mercato del lavoro. Il Master, dunque, può configurarsi come il punto d'arrivo, il punto più alto della formazione universitaria (con una forte impronta specialistica) e, insieme, il punto di partenza per un percorso professionale che permetta di inserirsi a livello manageriale in organizzazioni di elevato profilo.

La costante evoluzione che caratterizza la nostra società (nei diversi settori del mercato del lavoro, dei processi produttivi e della cultura in senso lato) e la crescente centralità riconosciuta alla formazione, intesa non più come momento circoscritto ad una singola fase della vita dell'individuo, ma come costante carburante dello sviluppo individuale e collettivo, rende però necessaria l'elaborazione di un'offerta didattica capace di rappresentare un momento chiave nel percorso di lifelong learning. In questo contesto, all'Università è affidato un ruolo progettuale e scientifico che le permetterà di influire in modo significativo anche sullo sviluppo del mercato del lavoro.

I Master universitari sono corsi atipici, che si differenziano radicalmente non solo dalla tradizionale offerta universitaria (precedente alla Riforma), ma anche dalle Lauree Specialistiche di recente introduzione. Tale diversità è determinata da tre elementi fondamentali. Innanzitutto, il titolo di Master universitario non dipende dall'Ordinamento didattico nazionale, ma è legato all'autonomia dei singoli Atenei. Mentre le Lauree specialistiche sono fortemente radicate nei Corsi di Laurea triennali di riferimento, i Master sono invece collocati all'intersezione tra aree didattico-scientifiche: non hanno, cioè, una matrice precedente di riferimento). Molto spesso, infatti, si tratta di corsi interfacoltà (o interdipartimento), capaci di cogliere il potenziale innovativo derivante dal contatto e dall'integrazione tra aree differenti. Il legame con le imprese, che si stabilisce non solo nella fase finale di stage, ma anche attraverso il forte coinvolgimento di manager e imprenditori nella didattica, infine, rappresenta una necessità strutturale per i Master, mentre risulta marginale nell'ambito dei tradizionali Corsi di Laurea.

Vista la centralità della funzione di contatto, e di confronto, tra la realtà accademica e quella professionale, nel Master l'enfasi si sposta dal sapere (tipico oggetto dell'istruzione universitaria, o almeno di quella tradizionale) al saper fare. I Master del Dipartimento di Sociologia e Comunicazione hanno tentato con grande tempestività di realizzare concretamente quanto previsto nel D.M. 509/99, che istituisce i Master Universitari, titoli sostanzialmente più flessibili ed attenti alle esigenze del mercato del lavoro rispetto alle lauree ed alle lauree specialistiche. I Master attivati dal Dipartimento sposano questa prospettiva, proseguendo e perfezionando un percorso di innovazione curriculare già sperimentato in qualche misura nella Facoltà di Sociologia e, più recentemente e decisamente, nella Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università "La Sapienza".

In questo contesto, Il Dipartimento di Sociologia e Comunicazione ha ritenuto di dover giocare un ruolo ideativo e progettuale molto forte, ipotizzando (per certi aspetti ancor prima dell'entrata in vigore della cosiddetta Riforma Universitaria) uno strumento estremamente flessibile e capace di rispondere alle esigenze del mercato del lavoro, ma caratterizzato anche dalla solidità scientifica e didattica che gli proviene dalla matrice universitaria. L'istituzione Universitaria, infatti, non rinuncia al ruolo progettuale e scientifico che le è proprio, impegnandosi ad individuare e delineare (talvolta giungendo in anticipo sulle stesse tendenze del mercato) le figure strategiche per differenti, rilevanti settori professionali. L'obiettivo è rispondere nel modo più compiuto possibile alle sfide poste dalla complessità della nostra società, nei differenti settori strategici nei quali più forte è l'esigenza di profili formativi elevati, e di un aggiornamento dei modelli teorici e delle pratiche professionali. L'Università, spesso accusata di essere alla retrovia del mutamento, punta attraverso i Master ad anticipare alcuni processi, ad assumere un ruolo strategico di progettazione di figure professionali e di scenari innovativi. Il Master, inoltre, può rappresentare la sede privilegiata per un radicale ripensamento del concetto di professionalità e del modo in cui le persone guardano a ciò che fanno, che intervenga sia sulle aspettative individuali, sia sull'ideazione e la formazione di nuove professionalità.

La varietà dei profili proposti, come si può notare, risponde precisamente allo sforzo di individuare queste aree strategiche: da un lato, dunque, l'Information Communication Technology e altri settori che, per differenti ragioni, saranno molto probabilmente i motori dello sviluppo economico e culturale della nostra società, dall'altro (e non a caso siamo di fronte ad una delle sfide centrali poste dal cambiamento) la questione dell'immigrazione, del multiculturalismo e, più in generale, delle nuove figure gestionali del welfare.

Dalla complessità delle tematiche sopra ricordate, e dei profili necessari per operare in modo innovativo in questi settori, deriva l'esigenza di percorsi formativi estremamente articolati, capaci di sommare numerosi specialismi, non prescindendo da una solida visione di insieme, deriva l'esigenza di integrare competenze, approcci disciplinari e prospettive spesso molto distanti tra loro. E' per questo che abbiamo pensato percorsi formativi che attingessero a quanto di più attuale le diverse discipline possono offrire, spesso piegandole agli specifici obiettivi di ciascun curriculum. E' per questo, poi, che alcuni dei corsi sono stati realizzati ricercando l'attiva collaborazione di altri Dipartimenti o Facoltà dell'Università "La Sapienza", e che tutti i corsi sono aperti a laureati di qualsiasi Facoltà, in modo da garantire la più ampia interazione disciplinare all'interno delle aule.

Il confronto con la realtà produttiva, elemento fondante per un corso che voglia formare professionisti altamente qualificati, in grado di inserirsi ad alto livello nel mercato del lavoro, non è stato cercato solo per la fase finale di stage, ma ha rappresentato un elemento cruciale della progettazione prima, e della didattica poi. Fin dal momento della stesura dei progetti, infatti, sono state coinvolte le realtà più avanzate del mondo del lavoro (definizione che comprende per noi Amministratori delegati di importanti aziende, Organizzazioni non Governative e alti dirigenti della Pubblica Amministrazione), che hanno fornito un apporto preziosissimo nella didattica della fase finale, specialistica e più direttamente professionalizzante dei corsi, contribuendo in numerosi casi ad indirizzare ed integrare i progetti portati avanti dai corsisti.

Per molti versi, i Master hanno rappresentato una sfida per il Dipartimento, una scommessa sulla propria capacità progettuale e sul ruolo stesso che un'accademia attenta e capace di cogliere l'evoluzione in atto può concretamente esercitare nell'ambito dei processi di sviluppo economico e sociale; una scommessa anche sulla capacità delle proprie risorse interne (drammaticamente inadeguate all'impresa, dal punto di vista numerico) di rispondere in maniera creativa alle sfide costantemente poste da progetti di questo tipo. E' a loro, a quanti hanno lavorato con l'intelligenza delle loro idee e con la generosità del loro impegno, che va il ringraziamento del Dipartimento, e soprattutto ilo riconoscimento che questa sfida ha messo in evidenza la capacità di rispondere in modo professionale e competente. Come ben sappiamo, sono le persone che fanno le istituzioni, e ciò ci ha permesso di concepire e di sviluppare un'offerta ricca ed articolata quale quella illustrata nelle pagine che seguono.

In questo volume rendiamo conto di un'esperienza per molti versi sperimentale. La prima edizione di ciascun Master è stata l'occasione per esplorarne le potenzialità, per valutare la capacità dell'Università di farsi promotrice dell'innovazione, per verificare la validità delle scelte didattiche e organizzative effettuate, per sondare la qualità della domanda e la possibilità di collaborare con le Istituzioni, per esplorare la disponibilità delle aziende a farsi partner concrete di iniziative formative e l'effettiva utilità di un costante confronto con la realtà imprenditoriale.

La valutazione di questa esperienza, l'esito della scommessa che sta dietro a ciascuno dei nostri Master, emerge dalle pagine che seguono e vive nella personalità culturale che ognuno dei corsiti poterà con sé nel mondo del lavoro, speriamo ben oltre il periodo di stage, ma soprattutto lascerà quel segno che noi chiamiamo formazione.

Mario Morcellini

informazioni sui Master del DiSCLa visione
I master previsti per l'A.A. 2004/2005
Master di primo livello
Management, Marketing e Comunicazione della Musica
Teoria e Analisi Qualitativa
Master di secondo livello
Comunicazione e organizzazioneIdeazione, Management e Marketing degli eventi culturaliImmigrati e rifugiatiPubli.ComTeoria e Metodi dell'Investigazione Criminale
I master in corso
Comunicazione e organizzazioneIdeazione, Management e Marketing degli eventi culturaliImmigrati e rifugiatiInformation Communication Technology
Orientamente
Publi.ComTeoria e Analisi Qualitativa
Master non attivi
Programmazione e produzione televisiva
Webwriting

Credits
IntranetEventi culturaliRicercheMasterAlta formazioneDottoratiFormazioneBiblioteca virtualeArchivio AudiovisivoDiscover
documento valido in HTML 4.01
Il network DiSC utilizza Envolution, un sistema di gestione di portali scritto in PHP.
Envolution Ŕ un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL